Municipale di Lugano

Dicastero Immobili: Edilizia pubblica, Manutenzione Edifici, Logistica, Progetti strategici, Agenzia NQC, Delegazione autorità per StazLu, Asse verde del Cassarate

Link

La mia esperienza politica

Porto un’esperienza politica anche vissuta in ambienti esterni ai partiti. È importante condividere le idee all’interno e all’esterno dei gruppi politici ed è indispensabile dialogo, flessibilità e ricerca di soluzioni condivise.

Curriculum politico

Dal 2013 al 2016 municipale a Lugano capo dicastero servizi urbani, verde pubblico, edilizia pubblica e genio civile. Dal 2016 capodicastero Immobili.

Dal 2016 direzione del Partito socialista ticinese.

Dal 2008 al 2013 consigliera comunale a Lugano (commissioni edilizia e pianificazione del territorio).

Dal 1996 al 2008 consigliera comunale a Carabbia (lista GIS Gruppo Indipendente e Sociale) e delegata nei consorzi del Piano Scairolo (arginature e depurazione).

Nel 2000 sono stata presidente del consiglio comunale di Carabbia

Dal 1995 iscritta al Partito socialista ticinese.

Il mio pensiero politico

Unire per costruire

Il motto che mi ha portato fortuna nel 2013, quando sono stata eletta nel Municipio di Lugano, è per me sempre valevole. Senza un’azione di gruppo, sia nel partito socialista sia in altri contesti, non è possibile raggiungere gli obiettivi del programma del partito socialista nel quale mi riconosco. Unire per costruire per me significa che l’area rosso-verde deve aggregarsi e crescere, con spirito propositivo, come sta avvenendo con successo. A Lugano ho già la fortuna di rappresentare dal 2016 l’area rosso – verde (PS, PC e Verdi).

Testa, mani e cuore

Il principio testa-mani-cuore va applicato anche in politica.

Testa… Oggi i problemi sono sempre più complessi e più che mai sono necessarie competenze e formazione continua. Mi prendo perciò il tempo necessario per studiare e per ascoltare persone esperte, sia nell’amministrazione pubblica sia dall’economia privata. Piuttosto che prendere decisioni affrettate, preferisco essere lungimirante e riflettere sugli effetti a lungo termine delle mie azioni politiche.

Mani… Una volta deciso, bisogna fare bene. Sono pragmatica e mi piace molto realizzare progetti, sia dentro che fuori dalle istituzioni.

Cuore…  Sono una persona positiva: la solidarietà, l’integrazione, la condivisione, la cultura fanno da filo rosso nel mio lavoro. Questi sentimenti devono sovrastare la negatività.

In equilibrio

Lavoro da sempre in contesti atipici e facendo più attività in contemporanea. Ciò richiede una buona organizzazione e molto equilibrio: un principio che mi accompagna dal momento in cui ho scelto di studiare ingegneria più di trent’anni fa. Come in fisica, anche in politica l’equilibrio è essenziale. Avviare nuovi progetti politici è impegnativo come progettare strutture complesse. Ogni giorno bisogna trovare un giusto equilibrio fra le diverse idee: creare consenso e accettare compromessi fanno naturalmente parte del gioco.

Pane e rose

Non vogliamo solo pane, ma anche rose” è uno slogan delle suffragette del 1912, ripreso sovente dai movimenti femministi. Mi ritengo una donna fortunata. Ho potuto avere un’ottima formazione e ho una famiglia che mi aiuta molto. Ho avuto pane e rose, ma non vale per tutte. Sono attiva in diverse associazioni femminili, dove ho conosciuto tante donne di diverse provenienze. C’è ancora molto da fare in favore delle pari opportunità.

Il tema della partecipazione femminile alla politica, della parità salariale, della conciliazione fra famiglia e lavoro, delle scelte professionali sono quindi molto importanti per me.