> Media : Discorsi e interviste
26.02.2011 | Giù le mani dai trasporti pubblici e dall'ambiente!
Intervento a nome del Partito socialista per la manifestazione di Bellinzona organizzata dai giovani comunisti e sostenuta da 18 partiti e organizzazioni.

leggi...

Anche il Partito Socialista sostiene questa manifestazione ed è concorde che si debba fare di più in questo cantone a favore del trasporto pubblico.
Nel nostro partito esistono sensibilità diverse, ma il denominatore comune resta.
Riteniamo che il trasporto pubblico debba essere difeso dagli smantellamenti.
Se ne prospettano diversi e non solo quelli delle linee regionali ventilati dalla Confederazione. Si parla infatti di smantellare la ferrovia Lugano Ponte Tresa da Lugano a Bioggio e la ferrovia da Biasca a Airolo. Noi siamo contro questi smantellamenti.
Crediamo che Alptransit sia la vera occasione di sviluppo anche per il trasporto pubblico, per contro crediamo che il raddoppio del S. Gottardo o altre nuove strade possano essere controproducenti.
Il traffico pubblico in Ticino deve essere massicciamente potenziato. Vi solo luoghi importanti in Ticino inadeguatamente serviti (Pian Scairolo, pianura del Vedeggio, ecc.) e non allacciati alla rete Tilo. Potremo spingere maggiormente la popolazione tutta a lasciare a casa l’automobile, solo se verrà sensibilmente aumentata l’offerta dei mezzi pubblici, in modo ben coordinato con quanto già esiste. Chiedere solo tariffe convenienti non basta in un cantone come il nostro che è molto arretrato in questo campo.
Approfittiamo di questa nostra partecipazione per ricordare l’importanza di approvare entro la fine della legislatura le misure contenute nel rapporto cantonale sull’ambiente a tutela dell’aria, dell’acqua, del suolo, del clima e della salute della popolazione, così da potere poi trovare i mezzi per concretizzare tali misure.
Da ultimo ricordo che molti partiti nei momenti preelettorali cavalcano questi temi. Purtroppo alla prova dei fatti, gli esecutivi a maggioranza di destra tendono a bocciare tutto quanto di buono viene proposto da parte dei movimenti di sinistra e ambientalisti.
Solo con un maggiore peso politico dei nostri movimenti potremo perciò avere una maggiore influenza. Perciò invito il prossimo 10 aprile a votare in modo consapevole per coloro che da sempre si impegnano in modo concreto per questi temi.