> Media : Discorsi e interviste
03.04.2009 | I quartieri rendono viva la città
Inizio a notare che nella politica luganese viene dedicato poco spazio a investimenti di prossimità nei quartieri. Sembra che vi siano al momento solo problemi quali il casinò, la cassa pensioni, Cornaredo.
A parte uno smilzo messaggio su interventi di moderazione del traffico, in consiglio comunale finora non siamo stati molto sollecitati da temi che toccano la vita quotidiana di tutti noi.
Lo spaccio di Besso, la prostituzione a Pambio, la mancanza di posteggi di Pazzallo, l'assenza di trasporti pubblici efficienti sul Pian Scairolo. ecc. sono problematiche importanti sollevate prevalentemente dalle commissioni di quartiere.
Spero che anche in futuro questi enti consultivi possano avere una voce adeguata.
Per il momento ho deciso di dare voce al mio quartiere di Carabbia inoltrando un'interpellanza. leggi il testo dell'interpellanza...

Centro comunale di carabbia: quo vadis?
Lo scorso mese di febbraio i consiglieri comunali hanno ricevuto un’esaustiva lista della situazione finanziaria dei conti d’investimento al 31.12.2008. Questa interessante lista ha permesso di constatare che la città è molto attiva su innumerevoli investimenti che interessano tutti i quartieri. Da questa lista risultano in sospeso solo due investimenti: il messaggio MM 7416 “Campo Marzio Sud” e il messaggio MM79004 “Progettazione Centro civico Carabbia”.
Nella riunione di quartiere avvenuta a Carabbia lo scorso 18 marzo, il sindaco ha confermato ai numerosi cittadini presenti che il progetto è sospeso in attesa di tempi migliori e che per il momento le priorità della città sono previste per opere più importanti. Il sindaco ha pure indicato che i contenuti andranno ridimensionati in funzione della nuova realtà cittadina. Un cittadino in sala ha chiesto di proseguire almeno con la fase di espropriazione già prevista nel credito approvato dal Consiglio comunale di Carabbia.
Quella sera la piccola e vecchia sala di Carabbia era stipata di gente, come spesso succede per le numerose manifestazioni che vi vengono organizzate. La lontananza dalla città e la totale assenza di altri luoghi di ritrovo fa sì che la popolazione dia molta importanza a questa struttura. Anche dopo l’aggregazione questo spazio viene continuamente richiesto da giovani e meno giovani per riunioni, assemblee, conferenze, biblioteca ABC, feste private, attività sociali quali ginnastica, lavori manuali, cinema, attività parrocchiali, San Nicolao, Carnevale, ecc..
L’investimento per il centro di Carabbia è stato regolarmente inserito nelle schede di aggregazione e non prevede opere faraoniche. Con un investimento di 3 - 4 milioni si intende contemporaneamente dare una sistemazione decorosa della piazza del paese, migliorare la viabilità, dare una maggiore offerta di posteggi e realizzare un piccolo edificio con front-office e sala polivalente. Questo piccolo centro potrà essere di riferimento anche per i quartieri limitrofi di Pazzallo e Pambio – Noranco e in futuro magari anche per Carona.
La popolazione di Carabbia è cosciente che i tempi sono difficili per tutti, ma alla luce degli importi di credito correntemente concessi a Lugano, si chiede come mai non si possa almeno proseguire con le fasi preparatorie di espropriazione e di adattamento del progetto.

Perciò chiedo cortesemente al Municipio di dare una risposta ai seguenti quesiti:
1. Non si potrebbe almeno proseguire il progetto concludendo l’espropriazione, rivedendo i contenuti dell’edificio e considerando l’intera sistemazione della piazza (infrastrutture, strade e posteggi)?
2. In attesa dei nuovi spazi, che cosa si intende fare con la casa esistente (interrogazione sugli edifici dismessi del 24.1.09)?
3. È giusto che a causa della crisi vengano annullati i piccoli investimenti nei quartieri periferici?
4. Quali sono gli intenti del Municipio in tempo di crisi per favorire i contatti di prossimità e creare luoghi adeguati d’incontro nei quartieri periferici della città?

Ringrazio per l’attenzione e attendo assieme a tutta la popolazione del nuovo quartiere di Carabbia una risposta esauriente.