> Media : Discorsi e interviste
28.06.2014 | Bello e efficiente
Riqualifica idraulica del fiume Cassarate
Nuova passeggiata nel Piano della Stampa (Lugano – Canobbio)
Inaugurazione 28 giugno 2014

In giornate uggiose come questa è possibile apprezzare ancora meglio questa importante rinaturazione. Le acque del fiume Cassarate, che una volta spaventavano per gli ingrossamenti repentini dopo i temporali ora sono meglio controllate.
Questa rinaturazione permette di applicare le odierne conoscenze idrauliche, che ci dicono che è meglio dare spazio e allargare piuttosto che incanalare.
Questo intervento è nato soprattutto come gesto tecnico, e mi piace molto pensare che questo gesto ha ora assunto molti ulteriori significati.

Innanzitutto è un gesto a favore della natura e del paesaggio che qualifica una zona finora un po’ dismessa e poco qualificante. Quale piacevole sorpresa la riqualifica idraulica si è trasformata in un recupero paesaggistico e naturalistico. Oggi inauguriamo quindi una nuova passeggiata e non una sistemazione idraulica!
Ingegneria e natura possono andare in simbiosi con successo e possono anche creare nuove possibilità di arredo: invito in particolare ad ammirare i pesci decorativi che sono stati creati per l’occasione dal LABORATORIO CREATIVO DEL DICASTERO GIOVANI E LAVORO insieme agli studenti del secondo e terzo anno DECORATORI 3D del CSIA e l'arredo delle aree di sosta fatte dagli apprendisti e operatori del CVC.

È anche un gesto, inizialmente inaspettato, a favore della mobilità lenta.
La passeggiata si snoda lungo il fiume ed è ben separata dalla trafficata strada esistente. Essa è sempre più apprezzata e frequentata. Ed è un piacere constatare come questa zona sia stata riscoperta dalla popolazione non solo per lo svago ma anche per gli spostamenti casa – lavoro. Perciò abbiamo deciso di candidare questa passeggiata al concorso Flaneur d’Or promosso dalla Confederazione.

E infine è soprattutto un gesto di unione:
L’asse verde tracciato dal fiume Cassarate è oggi la spina dorsale della città, che unisce centro a periferia, montagna a pianura. Ci troviamo qui nel punto cardine dei 18 km del tracciato del fiume, proprio dove il torrente Cassarate calma la sua corrente nel pettine e diventa fiume proseguendo pianeggiante verso il lago.
Questa passeggiata è stata resa possibile grazie all’impegno del consorzio Valle del Cassarate, e dell’ufficio corsi d’acqua del cantone Ticino, che in questa sede desideriamo nuovamente ringraziare sentitamente. Ma soprattutto è stata anche possibile grazie all’impegno dei numerosi comuni e ex comuni: Canobbio e prima di Lugano gli ex comuni di Cadro e Davesco Soragno. Desidero ringraziare quindi anche le ex amministrazioni per il lavoro svolto.

Come città e in particolare come responsabile delle costruzioni e servizi urbani spero che presto potremo continuare a camminare assieme oltre spingendosi verso sud e raggiungere la Foce, recentemente pure inaugurata con grandissimo successo.