> Media : Discorsi e interviste
26.06.2011 | A qualcosa serve
20 anni SVIN ASDI, 10 anni Promtec

L'Associazione delle donne ingegnere ASDI festeggia 20 anni di esistenza,
Promtec festeggia 10 anni di promozione delle professioni tecniche in Ticino
A detta dei colleghi uomini quello che facciamo non serve.
leggere per credere...

Linda ormai lavora di più di un anno.
Dopo il diploma in ingegneria civile al Politecnico di Zurigo, ha scelto di iniziare la propria carriera professionale in Vallese, dove può abbinare la propria passione per la montagna con il lavoro.
Due mesi fa ci siamo ritrovate ad un corso di postformazione assieme, alla pari sui banchi di scuola.
Linda aveva partecipato alla prima edizione delle giornate tecniche alla SUPSI dieci anni fa.
È bello sapere che le ragazze che abbiamo sensibilizzato ormai dieci anni fa sono ora nostre colleghe, molto felici della scelta fatta.

Giada è passata a trovarci in ufficio la scorsa settimana.
Ha finito il primo anno alla scuola dei tecnici dell'edilizia di Trevano e inizierà ora il suo anno di stage in un’importante impresa costruzioni. Era molto contenta e lo sono anch'io.
Giada è stata nostra apprendista e ha terminato la sua formazione come disegnatrice del genio civile lo scorso anno. Si era indirizzata a questo apprendistato perché aveva avuto l'occasione di conoscere meglio questo campo alle scuole medie visitando le giornate tecniche organizzate dalla SAMT e dalla SUPSI nell'ambito del progetto Promtec. Sicuramente avrà molte belle opportunità professionali perché nel nostro settore il lavoro veramente non manca!

Ivana e Tania sono sorelle. Hanno partecipato alle giornate tecniche della SUPSI, così hanno deciso di frequentare il ciclo d’ingegneria civile alla SUPSI, dopo avere concluso il liceo. Ivana lavora ora in uno studio d’ingegneria e Tania si appresta a concludere la propria formazione.

Viviane e Fabrizia sono due colleghe ingegnere che lavorano presso FFS. Hanno come me deciso di studiare ingegneria negli anni ’80. In quegli anni eravamo ancora pochissime.
A diploma concluso ci si trovava in uffici con soli uomini ad eccezione delle segretarie, e quanto si partecipava a dei corsi di postformazione ci si sentiva veramente a disagio per la quasi totale assenza di donne. Negli anni siamo comunque rimaste tutte nella professione, abbiamo conciliato famiglia e lavoro e abbiamo fatto a modo nostro anche carriera.

La scorsa settimana ho partecipato ad un molto frequentato corso di postformazione al Politecnico e mi ha fatto veramente piacere constatare che la presenza femminile è aumentata parecchio.
Anche fra i relatori ci sono ora colleghe donne. Siamo ancora in minoranza, ma non si dice più che siamo una “minoranza esotica”: siamo una normale minoranza. Lentamente qualcosa è cambiato grazie alle attività di promozione che sono state intraprese negli ultimi decenni dapprima dalle donne ingegnere stesse e in seguito anche dalle scuole e dalle associazioni professionali.

Giovedì prossimo parteciperò a Zurigo ai festeggiamenti per il ventesimo dell’associazione svizzera delle donne ingegnere ASDI. Sarà sicuramente un momento d’incontro molto bello e emozionante, come lo è stato l’incontro dello scorso mese di maggio a Trevano per commemorare i dieci anni di Promtec.
Grazie all’ASDI e a Promtec, Giada, Linda, Ivana, Tania, e molte altre ragazze hanno intrapreso professioni interessanti e con futuro.
Noi che abbiamo già qualche anno sulle spalle siamo qui a dimostrarlo ogni giorno, sul lavoro e nella vita quotidiana.

www.svin.ch/it
www.gender.supsi.ch (sotto progetti)